Chimmeri torna con Piove ancora, il nuovo singolo

Piove Ancora” è il nuovo singolo di Chimmeri, disponibile su tutte le piattaforme digitali. Il brano è il sequel di Lucy, uscito lo scorso maggio, e il primo assaggio di un 2022 che vedrà il cantautore protagonista di diverse release. Rispetto al precedente pezzo le sonorità sono più chill e pop, soprattutto nel ritornello dove l’inciso è più classico e meno sperimentale. La chitarra acustica domina l’arrangiamento e ben si allinea al beat prodotto da Mr.Brux, fedele compagno di viaggio del progetto artistico del giovane Chimmeri.

A rendere innovativo e fresco il pezzo, oltre al connubio tra autotune e cantato, tra basi suonate e digitali, è l’audio inaspettato sul finale che chiude il cerchio, purtroppo nei peggiori dei modi: se il primo ciao aveva catturato il cuore del protagonista, l’ultimo, pronunciato nel vocale, fa sprofondare l’innamorato in uno stato d’animo malinconico che si addice di più alla stagione autunnale.  Continua la tempesta emotiva raccontata dal cantautore, ancora più esplicativa al punto da divenire il titolo della canzone. Non c’è la prospettiva di una rinascita ma siamo nel pieno di una batosta sentimentale e di un blocco interiore che divora il protagonista nel bel mezzo dell’estate, a testimonianza di quanto i temporali ad agosto possano essere brevi ma estremamente intensi, così come le cotte.

La luna è un altro elemento ricorrente, dai discorsi fatti sotto il plenilunio a una frase che la ragazza inseriva sempre nelle stories di Instagram e che ha contribuito a illudere il personaggio principale riguardo all’ipotesi di costruire qualcosa di importante. «Non sempre ciò che è bello corrisponde a ciò che ti fa stare bene. Spesso siamo prigionieri di uno sguardo, di una persona e costruiamo un castello di sabbia mentale che porta a idealizzare. Ho realizzato io stesso la copertina, attingendo all’immaginario manga, e l’omino raffigurato è un po’ l’emblema del progetto. Sono convinto che a ogni canzone corrisponda un colore: se con Lucy dominava il viola, con riferimento alla fioritura dei ciliegi che in Giappone rappresenta un nuovo inizio, qua domina il grigio perché la pioggia cade incessante e non vuole smettere», racconta Chimmeri. 

Ascolta Chimmeri su Spotify

Segui Chimmeri su Instagram

Leggi ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.